Tag Archives: Sicilia

A Vittoria, preso l’autore delle minacce a Moscato e Borrometi

A Vittoria, provincia di Ragusa, un nuovo atto intimidatorio ha riacceso i riflettori per qualche giorno su questa città siciliana a vocazione agricola, ma attraversata da una storia nella quale la presenza mafiosa si è fatta sentire spesso e con una certa violenza. La scorsa settimana, infatti, il sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, ha ricevuto messaggi intimidatori attraverso il social network Facebook rivolti a lui e al noto giornalista Paolo Borrometi. 

Per gli inquirenti, il tutto avrebbe potuto essere legato alla recente partecipazione del sindaco Moscato e del giornalista Borrometi ad una puntata Rai di Radio Anch’io nella quale si era parlato di agromafie e caporalato, un tema scottante e al tempo stesso pericoloso che tocca da vicino gli affari della mafia in quelle zone che, come detto, vivono prevalentemente di agricoltura, di terre da coltivare. Vittoria in particolare, con le sue produzioni, il mercato ortofrutticolo, le sue terre è da molti anni uno dei luoghi del Sud Italia più interessati dall’odiosa questione del caporalato e degli interessi mafiosi nel comparto agricolo.

Nello specifico, il giornalista Borrometi (corrispondente dell’Agi e direttore della testata online La Spia) è uno che la mafia la conosce da vicino. Costretto a vivere sotto scorta dal 2014, in seguito ad alcuni suoi articoli sulla criminalità organizzata in Sicilia, negli ultimi anni ha avuto a che fare con minacce di ogni genere: un incendio appiccato di fronte il portone di casa, a Modica; poi delle scritte intimidatorie sulla macchina; infine un’aggressione nei pressi della sua casa di campagna messa in atto da uomini incappucciati, con tanto di calci e fratture alla spalla. Insomma, la preoccupazione è stata tanta, visto che oggetto delle minacce è stata una delle poche ma determinate voci della legalità.

Il sindaco Giovanni Moscato, invece, è uno di quelli che rispecchia il volto di quella fetta di società che crede nella giustizia: il primo cittadino di Vittoria, infatti, ha preso posizione sul problema della presenza mafiosa nell’economia della zona. “Vittoria e tutto il suo territorio – ha affermato – sono impegnati in una lotta per la legalità nel settore agricolo e le minacce non fermeranno di certo questa azione volta a eliminare coni d’ombra”. Inoltre, il sindaco ha voluto precisare che nessuno deve pensare “di poter fermare le forze sane della città con atteggiamenti del genere: ogni minaccia verrà rispedita al mittente e proseguiremo nel cammino avviato a tutela dei cittadini onesti”.

A sostegno di Moscato e Borrometi, nei giorni scorsi, era stata realizzata una marcia per la legalità alla quale hanno partecipato studenti, gente comune e tanti altri, a dimostrazione che i cittadini onesti ci sono e hanno il diritto di vivere una vita serena e lontana dalla prepotenza della criminalità.

Per fortuna, però, questa volta la vicenda si è risolta in fretta. Proprio pochi giorni fa, infatti, le forze dell’ordine sono riuscite a incastrare la persona che si nascondeva dietro il profilo falso utilizzato per inviare i messaggi intimidatori. Si tratta di un pregiudicato di 32 anni, già una volta arrestato per estorsione e con l’obbligo di dimora nel comune di Vittoria, che avrebbe confessato le proprie colpe, ponendo così fine a una vicenda triste, ma nella quale (almeno questa volta) sembra esserci un finale positivo. La guardia, però, resta alta, in attesa di conoscere pienamente le motivazioni di questo atto e se si tratta di un atto individuale o se è stato commissionato da qualcuno.

Giovambattista Dato -ilmegafono.org

Sagra e Torneo del Maiorchino, curiosa tradizione siciliana

A Siena c’è il Palio e a Novara di Sicilia c’è il Torneo del Maiorchino. Mi direte: “che cos’è? E che c’entra con la cultura di cui normalmente si parla in questa rubrica?”. Vi risponderei dicendo che anche il patrimonio … Leggi tutto

Nella mafia in subbuglio cresce l’ostilità verso i vertici

Lo scenario relativo alla situazione della mafia siciliana, emerso in occasione della presentazione del rapporto della Dia, in merito al primo semestre dello scorso anno, appare per certi aspetti interessante e al tempo stesso sorprendente. Secondo quanto sostenuto dagli inquirenti che … Leggi tutto

L’Italia in stallo osserva i suoi vizi peggiori

Tutto, in Italia, sembra essersi fermato. Da settimane il dibattito è fossilizzato sulla contrapposizione tra le diverse forze politiche e tra le correnti al loro interno. La partecipazione dell’opinione pubblica è a livelli massimi, toccando spesso il limite dell’ossessione. Ma … Leggi tutto

The Dance of the Living Stones: il 7 agosto al Cretto di Burri

Poco più di un mese fa, in un nostro articolo vi avevamo parlato di un progetto (“The Dance of the Living Stones”) da sostenere. Il progetto è andato in porto e verrà realizzato concretamente la prima settimana di agosto a Gibellina, presso … Leggi tutto

Addio a Pina Maisano Grassi, emblema della lotta alla mafia

Il mondo dell’antimafia è stato colpito da un lutto grave e si è raccolto accanto ad una figura emblematica e determinante della lotta alla criminalità organizzata: quella di Pina Maisano. Vedova di Libero Grassi, imprenditore siciliano ucciso dalla mafia nel 1991, Pina … Leggi tutto