Tag Archives: inquinamento

Oleo Sponge, un colpo di spugna all’inquinamento

Ripulire le acque dei mari con una spugna rivoluzionaria: per ora è solo un progetto, ma potrebbe diventare realtà grazie all’impegno di tecnici e scienziati. Un team dell’Argonne National Laboratory, uno dei principali centri di ricerca degli Stati Uniti, ha inventato Oleo Sponge, una spugna in poliuretano ricoperta di ossido di metallo, capace di trattenere le sostanze inquinanti rilasciando acqua pulita. Progetti del genere erano già stati lanciati da altri gruppi di ricerca, nessuno di questi però era riuscito ad approntare un modello di spugna che potesse agire nelle profondità marittime.

Oleo Sponge potrebbe arrivare lì dove il resto del mondo si è fermato, grazie all’innovazione dei materiali porosi che riescono a trattenere meglio determinate sostanze, come il greggio che ha già provocato troppi danni. La struttura base di Oleo Sponge consiste nel perfetto mix tra schiuma, ossido metallico e molecole “assorbenti” delle sostanze inquinanti e riesce a separare gli elementi trattenendo sulla superficie della spugna soltanto gli idrocarburi. Mentre le precedenti invenzioni riuscivano a ripulire dal greggio soltanto acque superficiali, Oleo Sponge è capace di agire su tutta la colonna dell’acqua, superando in senso verticale anche le onde.

Già nel 2015, proprio in Italia, l’Istituto Italiano di Tecnologia aveva inventato un particolare materiale metallico che, grazie ai campi magnetici, riusciva ad intercettare le tracce di greggio, ma i tentativi si fermavano soltanto alla superficie. Oleo Sponge è riuscita ad intraprendere la strada giusta e all’orizzonte si sente già aria di rivoluzione ambientale. La spugna antinquinamento è capace di aumentare il proprio volume di novanta volte, si pensa quindi ad un’azione strutturata su superfici e profondità anche molto estese.

La sua struttura versatile, inoltre, potrebbe consentire l’assorbimento di altre sostanze inquinanti, oltre al greggio: una volta individuate le molecole adatte a intercettare le singole sostanze nocive, sarà possibile procedere ad un’intensa ripulita delle acque inquinate. Ma c’è dell’altro: il greggio trattenuto, così come eventualmente le altre sostanze, potranno essere riciclati per nuovi utilizzi, incentivando il circolo virtuoso di una corretta condotta ambientale, tra pulizia dei mari e riciclo delle sostanze. Talvolta è proprio necessario un colpo di spugna, anche nell’ambito della ricerca.

Laura Olivazzi -ilmegafono.org

Politiche ambientali: Italia ancora in ritardo rispetto all’Europa

Le intuizioni migliori in fatto di tecnologia vengono spesso dall’Italia, ma per quanto riguarda l’applicazione di politiche green, il nostro paese stenta ancora a decollare. È quanto emerge dalla classifica stilata da due ong europee, la Transport and Enviroment e … Leggi tutto

Città sempre più smart: Genova tra le migliori in Europa

Se la maggior parte della popolazione intende vivere in città con il rischio di renderla sempre più inquinata, la soluzione per cercare di salvaguardarla è una sola: rendere i centri i urbani più smart. Non è un caso che i … Leggi tutto

Inquinamento domestico: prodotti d’uso quotidiano dannosi per la salute

Se pensiamo che casa nostra sia un luogo sicuro e protetto da qualsiasi forma di inquinamento, ci sbagliamo di grosso: anche dentro le quattro mura domestiche, la concentrazione di sostanze contaminanti non è prossima allo zero. Pare, infatti, che gli … Leggi tutto

Rapporto Oms: inquinamento uccide un bambino su quattro

Secondo un recente rapporto dell’Oms, “Inheriting a Sustainable World: Atlas on Children’s Health and the Environment”, l’inquinamento uccide un bambino su quattro. Praticamente, si stima che ogni anno 1,7 milioni di bambini sotto i cinque anni muoiono perché costretti a … Leggi tutto

Salerno: in arrivo una chiesa ecosostenibile

A Salerno pregare sarà un toccasana per la mente e per l’ambiente: merito della chiesa green che sorgerà nella città campana grazie a un cospicuo finanziamento della CEI. La nuova chiesa di San Giovanni e San Felice in Celline dovrà … Leggi tutto

Diritto all’aria pulita in Lombardia

Nei giorni in cui i limiti per l’inquinamento atmosferico vengono ripetutamente superati in diverse parti della Regione, per l’ennesima volta, è stato notificato a Regione Lombardia il ricorso al TAR della Lombardia di Cittadini per l’Aria Onlus e AIPI (Associazione … Leggi tutto

Allarme Api: Greenpeace mette in guardia dagli insetticidi

Le api non riescono proprio a dormire sonni tranquilli, stando a quanto emerge dalle ultime ricerche in fatto di insetticidi e sostanze utilizzate per le attività agricole. Nonostante le restrizioni imposte nel 2013 dall’Unione Europea, gli insetticidi neonicotinoidi continuano a … Leggi tutto

Smog: vivere vicino al traffico può causare danni al cervello

Ogni giorno respiriamo aria altamente inquinata senza renderci conto delle effettive conseguenze che ne derivano. Secondo un recente studio, pubblicato sulla rivista medica Lancet, sembra che le particelle di smog che inaliamo insieme a 10 mila litri d’aria possano arrivare … Leggi tutto

Energia green: Amazon e Netflix bocciate da Greenpeace

Il rispetto delle politiche ambientali e una buona condotta in fatto di energia rinnovabile non sono soltanto affare delle istituzioni. Anche le grandi aziende devono necessariamente convertirsi ad uno stile di vita più green, per ragioni ambientali, ovviamente, ma anche … Leggi tutto