“Controluce”, la prospettiva rock dei Vitanova

Un trio bresciano dall’anima profondamente rock, giovane ma con alle spalle già una buona esperienza, con oltre un quinquennio di concerti, centinaia di ore in sala prove, un disco pubblicato nel 2014 e un altro appena sfornato: loro sono i Vitanova e si presentano con l’ep “Controluce”, uscito il 12 maggio e promosso e distribuito da Alka record label. Sei tracce rock per la nuova produzione di un gruppo che sa sicuramente suggestionare e creare atmosfere con la propria musica. 

Già dall’intro, infatti, riescono a catturare e sedurre chi ascolta. Da subito i Vitanova ci mostrano come va il mondo, un mondo pieno di chiaroscuri, di attese e tradimenti. Un mondo che ci intrappola. “Questo è il mio spettacolo e non voglio perderlo”, urlano nella parte finale di Giuda, dando il via, in quell’istante, ad una danza indiavolata e bellissima. Un hard rock che ha carattere e non risulta mai retorico. Un mood che apprezziamo.

Nel loro disco c’è attenzione alla vita e alle sue mille facce. Una vita che sa essere crudele e che ci costringe a scomparire o a distruggere tutto e farne un sol boccone (come nel brano Come va). Ma con la stessa passione che li guida nella musica, i Vitanova cercano di non assuefarsi ad un mondo che “stenta a vivere”. Cercano con la musica di spronarci a vivere appieno e ci danno un consiglio prezioso: “Sogna e travolgi tutto ciò che ti circonda”(Fiume).

Elsa, quarta traccia dell’ep, convince per lo stile aggressivo e potente, un po’ alla Ministri, senza preoccuparsi delle voci che talvolta, come le vecchie band hard core, si lasciano sovrastare dalla potenza musicale. Un assolo davvero riuscito squarcia il ritmo e segna il passo. C’è dentro un amore in chiaroscuro: “Sei la mia notte buia in pieno giorno”. Nella loro visione del mondo, sono pronti “a schierarsi anche contro Dio”, come ci fanno sapere in Tu e Dio, brano nel quale risulta bellissimo il ritmo quasi funky della chitarra, contrapposto alla potenza rock del ritornello.

I Vitanova sono un trio rock che convince per lo studio musicale e per il tentativo di trasformare in musica una passione piena che li ha portati a popolare i migliori locali del bresciano. Sicuramente giovani ma con le idee ben chiare. Nell’attesa di future evoluzioni, ci gustiamo questo ep musicalmente davvero ben costruito.

Per conoscere meglio i Vitanova è possibile ascoltare la puntata di “The Independence Play”, la trasmissione sulla nostra radio su Spreaker (clicca qui per scaricare o ascoltare il podcast).

FrankaZappa -ilmegafono.org

La copertina dell’album “Controluce”.

 

L’irresistibile ribellione hard-rock dei Tenax
L’adrenalina musicale dei Nice nel loro “Tap tempo”
LinkedInTumblrGoogle Gmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *