Rubrica settimanale storico-artistica dedicata ai beni culturali. A cura di Angelo De Grande.

Il passetto di Borgo a Castel Sant’Angelo

Dopo il corridoio vasariano di Firenze, questa settimana parliamo di un altro celebre corridoio: il passetto di Borgo Siamo a Roma, sulla riva del Tevere, dove sorge Castel Sant’Angelo, un antico mausoleo voluto dall’imperatore Adriano (76-138 d.C.) e trasformato in struttura difensiva dall’imperatore Aureliano (270-275 d.C.). In seguito alla leggendaria apparizione a papa Gregorio Magno, sulla sommità del castello, dell’Arcangelo Michele che annunciò la fine della peste (590 d.C.), la struttura cambiò nome e passò gradualmente sotto il controllo del papato.

Fu alla fine del XIII secolo che il papa Nicolò III Orsini (1277-1280) decise di far realizzare un corridoio che unisse il castello agli appartamenti vaticani per poter fuggire rapidamente in caso di pericolo. Il corridoio fu realizzato sopra le mura difensive costruite nel IX secolo sotto papa Leone IV (847-855). A questo corridoio si accede dal secondo livello del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, dal bastione San Marco, ed è un percorso lungo 800 metri.

Celebre la fuga attraverso il passetto di papa Clemente VII che, durante il sacco di Roma nel 1527, sfuggì all’invasione dei Lanzichenecchi sacrificando più di 180 guardie svizzere. Le truppe devastarono la città per nove lunghi mesi e, infine, il papa dovette scappare, travestito da ortolano, dalla città eterna ormai in ginocchio e infettata dalla peste.

Questo pezzetto di storia d’Italia è stato visitabile l’anno scorso, da aprile a novembre, in un progetto dal nome “Il castello segreto” che mostrava parti normalmente chiuse al pubblico. Speriamo che anche quest’anno l’iniziativa venga ripetuta. Nell’attesa, qualora voleste visitarlo, dovrete prenotare al numero seguente: 06.32810. Per tutte le informazioni clicca qui.

Angelo De Grande -ilmegafono.org

More from Apriti Sesamo

Il “passetto” vasariano

Questa settimana vi presento un’opera architettonica molto interessante e relativamente famosa, ma che in molti stranamente ignorano. Parliamo del cosiddetto “passetto” del Vasari. Era il 1565 quando a Firenze il Duca Cosimo I dei Medici si rese conto che camminare per … Leggi tutto

L’emissario del lago di Nemi, una fessura nel passato

Se volete fare un’escursione fuori dal comune e non soffrite di claustrofobia, allora andate a visitare l’emissario del lago di Nemi. Si tratta di un cunicolo di più di 1600 metri, scavato nella roccia circa 2500 anni fa per drenare … Leggi tutto

Gerusalemme a Firenze: la tomba Rucellai a San Pancrazio

Qualche giorno fa, sul “National Geographic” si parlava delle cattive condizioni in cui versano le fondamenta della Rotonda di Gerusalemme, parte cupolata della basilica del Santo Sepolcro sotto la quale si trova la supposta tomba di Gesù. Il problema è stato evidenziato dai … Leggi tutto

Siracusa non può essere solo Ortigia

Siracusa è una città molto apprezzata e visitata in questo periodo, quindi, visto che mi ci trovo in questo momento, continuo a raccontarvela. Siracusa, purtroppo, non è tutta “rose e fiori” come si immagina dal Continente. Ricordate le ville liberty … Leggi tutto

Giornate Fai: alla scoperta del cimitero acattolico di Siracusa

Anche quest’anno il Fai si impegnerà ad aprire al pubblico beni pubblici normalmente chiusi e non fruibili. Quest’anno sono più di mille i luoghi visitabili in tutta Italia. Sul sito www.giornatefai.it troverete anche una app che vi permetterà di partecipare … Leggi tutto

A Siracusa il degrado del liberty: intervista al prof. Giansiracusa

Sono di Siracusa e ogni giorno vedo un pezzo della mia città sgretolarsi. Il riconoscimento da parte dell’Unesco non basta a conservare l’intera città. Vicino casa mia c’è una via stupenda, piena zeppa di ville sul mare. Ci sono strutture … Leggi tutto

Sagra e Torneo del Maiorchino, curiosa tradizione siciliana

A Siena c’è il Palio e a Novara di Sicilia c’è il Torneo del Maiorchino. Mi direte: “che cos’è? E che c’entra con la cultura di cui normalmente si parla in questa rubrica?”. Vi risponderei dicendo che anche il patrimonio … Leggi tutto

Patrimonio in svendita e Stato inerte

Oggi vi presento un luogo speciale. Siamo nei pressi di Spazzavento, nei dintorni di Pistoia, in Toscana. Si tratta di un’antica residenza fortificata della famiglia Panciatichi. Si pensa risalga addirittura al 1300 e che fu trasformata in villa alla metà del … Leggi tutto